Archivio

Archivio Maggio 2005

… Lasciala Andare …

29 Maggio 2005 10 commenti


In mezzo alle pagine
di questo mio libro
ci sei TU
davvero difficile
lasciare i ricordi andare giù
quasi sicuramente mi dirai di no
Ti chiedo solo un istante
ancora un po’..
Lasciala andare come va
come deve andare
è una cometa che sa già
dove illuminare..
Sarà l’abitudine
sarà che ogni giorno eri con me
Indimenticabile
ancora mi vieni in mente
così incessantemente
come una doccia che
cade leggera ma scava dentro me
Lasciala andare come va
come deve andare
è una cometa che sa già
dove illuminare..
Incontrollabile
Imprevedibile
troppo indelebile nelle mie molecole
è così stabile
Irriducibile
ma così labile nel cielo come nuvole
Incontrollabile
Imprevedibile
troppo indelebile nelle mie molecole
è così stabile
Irriducibile
ma così labile nel cielo come nuvole
Lasciala andare come va
come deve andare
è una cometa che sa già
dove illuminare..
Lasciala andareeeee
Incontrollabile
Imprevedibile
ma così labile
leggero come nuvole
Riferimenti: Lasciala Andare

… Suicidio …

23 Maggio 2005 9 commenti


Quando una persona è depressa arriva a pensare le cose più assurde. E se si rintana in casa, stacca il telefono e spegne la tv, le resta solo internet.
E internet, cari signori, è la tomba della depressione.
C’è veramente tutto il necessario per non uscirne piu’.
Esiste addirittura un sito che offre tutto per il suicidio. Dai materiali adatti, alle idee originali, con statistiche accluse. Ne esistono due versioni e consiglio chi è depresso di andare a visitarlo per cambiare idea sull’argomento e tornare ad avere una visione positiva della vita.
Il sito mette in vendita degli strumenti veramente interessanti, come il gas tone, tubo di gomma pieghevole adattabile ad ogni tubo di scappamento, o il multiman, un kit che vi permetterà di collegare con un tubicino la vostra arteria femorale all’acquedotto della città, così che le cellule del vostro sangue continuino a vivere nei vostri vicini di casa, per chi crede che l’anima risieda nel sangue.
Molto interessante l’assortimento di corde a disposizione degli aspiranti suicidi, la più originale è la morticani, corda a forma di guinzaglio che vi permette di suicidare con voi anche il vostro fedele amico, che vi ha sempre seguito in vita e così farà nella morte.
Un tocco di stile si ottiene con new age, una piccola bomba da ingerire che provoca un’esplosione dopo qualche ora, dando vita al fenomeno dell’autocombustione, creando un alone di mistero intorno alla vostra dipartita e aggiungendo un tocco di esoterismo che lascia nell’angoscia i parenti.
Per chi invece vuol godersi il momento c’è asma, una busta di nylon a chiusura ermetica impossibile da riaprire.
Per i meno letterati o per chi vuole andarsene ma non sa come dirlo, c’è ciao ciao, una lettera di addio già stampata con una motivazione che vi darà prestigio e che diminuirà la sofferenza dei vostri cari, lascerete un ricordo con stile, su richiesta anche il modello che suscita sensi di colpa in qualcuno a vostra scelta.
Infine gelidamanina, stipula di contratto per il quale sarete tumulati lasciando che esca dalla tomba una vostra mano, retroversa e un po’ chiusa cosi’ che diventi un pratico ripara candela.
E se tutto questo non vi è ancora bastato c’è la sezione ultimo desiderio, nella cui top ten si trova in 5 posizione Berlusconi colf, per morire in una casa pulita. Non vi accalcate c’è già chi si è offerto di assumerlo dopo la dipartita del suo datore di lavoro, con un co.co.co ovviamente.
Ma il sito non è solo questo.
In un apposito link sono raccolte le lettere d’addio di personaggi importanti che hanno veramente compiuto l’insano gesto, e lì c’è poco da ridere.
Deve essere terribile non vedere altra via d’uscita…

“Mai e poi mai ho pattuito tangenti, né ho operato direttamente o indirettamente perché procedure amministrative seguissero percorsi impropri e scorretti, che risultassero in contraddizione di “ladro” oggi così diffusa. Non lo accetto, nella serena coscienza di non aver mai personalmente approfittato di una lira.
Ma quando la parola è flebile, non resta che il gesto.
Mi auguro solo che questo possa contribuire a una riflessione più seria e giusta, a scelte e decisioni di una democrazia matura che deve tutelarsi. Mi auguro soprattutto che possa servire a evitare che altri nelle mie stesse condizioni abbiano a patire le sofferenze morali che ho vissuto in queste settimane, a evitare processi sommari (in piazza o in televisione) che trasformano un’informazione di garanzia in una preventiva sentenza di condanna. Con stima. Sergio Moroni”
Riferimenti: Tutto per il Suicidio

… ‘n sorriso …

21 Maggio 2005 5 commenti


Che me costava ‘n soriso ieri, sulla porta quanno tu, delicata e ingenua, m’hai comprato le MS senza filtro ‘nvece de le Marboro?

Che me costava ‘n soriso all’incrocio quanno ‘na vecchietta m’ha attraversato cor rosso e m’è toccato inchioda’ de brutto?

Che me costava ‘n soriso alla cassiera der supermercato quanno stavo a pagà, dopo che pe’ dimme 15 euri m’ha sputato sui facioli e sulli pommodori?

‘N soriso, dimoselo, nun se fa fatica a fa ‘n soriso e stasera quanno magnerò le pasta scotta penzando che l’hai fatta colle mani tue dorci e delicate, che me costerebbe fatte ‘n soriso?

E ar collega mio che la matina arriva tardi e nun fa un cazzo tutto er giorno, che me costerebbe a faje ‘n soriso?

E anche a sto stronzo puzzolente che me stà a pistà er calletto de continuo mentre sto su ‘a metro de ritorno stanco morto de lavoro, nun me costerebbe gniente faje ‘n soriso;

Come pure ar capoufficio che rompe li cojoni de continuo, che me costerebbe faje ‘n soriso; Certo nun me costerebbe proprio niente…

Ma perché… se li mannassi tutti AFFANCULO, me costerebbe quarche cosa???

… Autostrada …

19 Maggio 2005 8 commenti


La linea bianca sul grigio dell? asfalto è interminabile
Mi sembra di vederla scorrere negli occhi da un?eternità
E? sempre
pomeriggio, sono in pieno viaggio
Arriverò stanotte

L?autostrada da qui è l?unica certezza che ho
Di vederti anche oggi
Di stare un?altra notte con te
Se no cos?è in mezzo a questo fiume di automobili
Che non mi fa sentire i chilometri
E mi porta da te

La luce di una storia è molto più forte dei dubbi che uno ha
Rimanere solo, perdere altro tempo, non conoscere la verità….

L?autostrada così è l?unica risposta che ho
Per incontrarci negli occhi
per stare un?altra notte con te
se no cos?è in mezzo a questo fiume di automobili
che mi fa respirare pensandoti
e mi porta da te…..

Buon viaggio amore mio…

… Mentre Tutto Scorre …

15 Maggio 2005 15 commenti


Tornavo a casa e mille pensieri mi passavano per la mente, tutti incentrati sullo stesso argomento.
Pensavo a quanta gente nella mia breve vita si è approfittata di me.
Dai compiti in classe copiati a scuola, ai soldi prestati e mai più rivisti, alle sigarette scroccate, alle amiche di cui coprivo gli inghippi, agli stronzi di amici che amavano farsi scarrozzare in macchina per locali nel mio periodo “orario no-stop” e che non si sono mai fatti venire in mente che potevano contribuire al trasporto con le loro vetture.
Quanta gente è passata anche per lunghi periodi sulla mia strada e mi ha fatto fessa. Per fortuna prima o poi ci si risveglia dalla prosciuttite (forma mentis per la quale non ci sono solo i prosciutti sugli occhi ma ovini e bovini di vario genere stazionano stabilmente davanti agli occhi al posto di normali occhiali da vista) e si elimina questa gente dalla cerchia di amici e/o fidanzati e/o presunti tali.
Ma quanti ce ne sono? Quanta gente c’è che ti prende in giro senza farsi scrupoli? E soprattutto, perchè io non sono così? Perchè mi faccio mille problemi anche per gli altri? Perchè mi faccio in quattro per aiutare chi non se lo merita?
Me lo chiedo da un pò e sono arrivata a un punto di equilibrio precario. Non ridete. Esiste sul serio non solo nelle canzoni della Carmen. E’ una forma di equilibrio instabile nel quale tutto passa, tutto scorre e a me non può fregar di meno di quello che mi succede intorno. Vivo meglio anche se vado contro la mia natura di “amica di tutti”. Ora non mi disturbo più a farmi i problemi degli altri. Ora, semplicemente, me ne fotto!
La gente che ha approfittato di me mi ha resa indifferente.
E forse mi ha fatto un grande regalo… e anche se il mondo va a rotoli… che sia il mio o quello degli altri… “tutto scorre”… esattamente come prima…
Buonanotte Web

Parla in fretta
e non pensar
se quel che dici
può far male
perché mai
io dovrei
fingere
di essere fragile
come tu mi (vuoi)
(vuoi)nasconderti
in silenzi
mille volte
già concessi
tanto poi
tu lo sai
riuscirei
sempre a convincermi
che tutto scorre

usami
straziami
strappami l?anima
fai di me
quel che vuoi
tanto non cambia
l?idea che ormai
ho di te
verde coniglio
dalle mille
facce buffe

e dimmi ancora
quanto pesa
la tua maschera
di cera
tanto poi
tu lo sai
si scioglierà
come fosse neve al sol
mentre tutto scorre

usami
straziami
strappami l?anima
fai di me
quel che vuoi
tanto non cambia
l?idea che ormai
ho di te
verde coniglio
dalle mille
facce buffe

sparami addosso
bersaglio mancato
provaci ancora
è un campo minato
quello che resta
del nostro passato
non rinnegarlo
è tempo sprecato
macchie indelebili
coprirle è reato
scagli la pietra chi è senza peccato
scagli la pietra chi è senza peccato
scagliala tu perché ho tutto sbagliato

usami
straziami
strappami l?anima
fai di me
quel che vuoi
tanto non cambia
l?idea che ormai
ho di te
verde coniglio
dalle mille
facce buffe

… Lascia che io sia …

10 Maggio 2005 9 commenti


E così anche Nek ha deciso di usurpare il titolo del mio blog… e chiama il suo nuovo album Una Parte di Me…
Dopo un libro trovato in libreria con lo stesso titolo (non è il mio e la cosa mi fa rodere il fegato)… anche questo…
Ma almeno le canzoni sono belle :)
Un bacino Web

Lascia che io sia

Io non ti chiedo niente
il tuo saluto indifferente mi basta
ma tu non puoi più farmi
male da starci male
non vali più di questa luna spenta
ricorda che dicevi a me

Lascia che io sia
il tuo brivido più grande
non andare via
accorciamo le distanze.
Nelle lunghe attese tra di noi
io non ho confuso mai.
Braccia sconosciute con le tue.

E parli e scherzi e ridi
ti siedi e poi mi escludi
sento addosso
sorrisi che conosco
sorrisi sulla pelle
quando eravamo terra e stelle
adesso
se tu mi vuoi
e se lo vuoi

Lascia che io sia
il tuo brivido più grande
non andare via
accorciamo le distanze.
Nelle lunghe attese tra di noi
io non ho confuso mai.
I tuoi pensieri mi sfiorano
ti vengo incontro e più niente è importante.

E se lo vuoi

Lascia che io sia
il tuo brivido più grande
e non andare via
non sei più così distante
Quello che c’è stato tra di noi
io non l’ho confuso mai
I tuoi pensieri…