Archivio

Archivio Giugno 2005

… Addio …

28 Giugno 2005 6 commenti


Forse non sai quel che darei
Perché tu sia felice
Piangi lacrime di aria
Lacrime invisibili
Che solamente gli angeli
san portar via

Ma cambierà stagione
ci saranno nuove rose

E ci sarà
dentro te e al di là
dell?orizzonte
una piccola
poesia

Ci sarà
forse esiste già al di là
dell?orizzonte
una poesia anche per te

Vorrei rinascere per te
e ricominciare insieme come se
non sentissi più dolore
ma tu hai tessuto sogni di cristallo troppo coraggiosi e
fragili
per morire adesso
solo per un rimpianto

Ci sarà
dentro te e al di là
dell?orizzonte
una piccola poesia

Ci sarà
dentro te e al di là
dell?orizzonte
una poesia anche per te

Perdona e dimenticherai
per quanto possa fare male in fondo sai
che sei ancora qui
e dare tutto e dare tanto quanto il tempo in cui il tuo segno rimarrà
questo nodo lo sciolga il sole come sa fare con la neve

Ci sarà
dentro te e al di là
dell?orizzonte
una piccola poesia

Ci sarà
e forse esiste già al di là
dell?orizzonte
una poesia anche per te
anche per te solo per te
per te…

Dedicata a un piccolo pezzo di me… a quattro zampe…

… Voglio Mandare a Quel Paese il Mondo …

21 Giugno 2005 7 commenti


Voglio sapere perchè tutte le cose che mi riguardano devono essere complicate.
Voglio sapere perchè nel raggio di un chilometro dall’ufficio è impossibile ricaricare il telefonino.
Voglio sapere perchè ho assoluto bisogno del telefono proprio quando non ho credito.
Voglio sapere chi mi ridarà i venti euro di credito che ho scaricato cercando di parlare con quello stronzo del commercialista.
Voglio sapere perchè quando stai nella merda c’è sempre qualcuno pronto a spingerti giù.
Voglio sapere perchè anche quando faccio tutto in anticipo nel momento programmato niente è al posto giusto.
Voglio sapere perchè il mondo non se ne va a fanculo quando ce lo mando.
Voglio sapere perchè devo essere così isterica mentre mi sono svegliata così di buon umore.
Voglio sapere se esiste qualche essere divino che mi segue come un ombra per farmi smettere di sorridere ogni volta che penso che mi gira bene.
Voglio sapere perchè ho voglia di urlare.
Voglio sapere perchè non riesco più a piangere…

… Sorprendimi …

16 Giugno 2005 6 commenti


Sorprendimi …
con baci che non conosco ogni notte
stupiscimi …
e se alle volte poi cado ti prego
sorreggimi, aiutami
a capire le cose del mondo
e parlami, di più di te, io mi dò a te
completamente …
Adesso andiamo nel vento e riapriamo le ali
c?è un volo molto speciale non torna domani
respiro nel tuo respiro e ti tengo le mani
qui non ci vede nessuno siam troppo vicini
e troppo veri …
Sorprendimi …
e con carezze proibite e dolcissime
amami …
e se alle volte mi chiudo ti prego
capiscimi, altro non c?è
che la voglia di crescere insieme
ascoltami, io mi do a te e penso a te
continuamente …
Adesso andiamo nel vento e riapriamo le ali
c?è un volo molto speciale non torna domani
respiro nel tuo respiro e ti tengo le mani
qui non ci prende nessuno siam troppo vicini
e troppo veri …
veri …
Dai che torniamo nel vento e riapriamo le ali
c?è un volo molto speciale non torna domani
respiro nel tuo respiro e ti tengo le mani
qui non ci prende nessuno siam troppo vicini
e troppo veri …
Sorprendimi, sorprendimi ,sorprendimi..

… MeTeReoPaTiCaMenTe …

15 Giugno 2005 7 commenti


Pioggia che cade bagnando i vetri… fitta fitta…
Rinfresca… come una doccia dopo una lunga corsa…
Siamo tutti un po’ metereopatici ma a volte lo stesso clima ha effetti diversi sulla gente… oggi sono di buon umore… anche se c’è un tempo da lupi… penso che sto imparando a rivestire la mia fragilità interiore con un po’ di isolante… per non accusare troppo i colpi e andare avanti spedita per la mia strada… senza pero’ appesantirmi con una dura corazza…
Esco senza ombrello sotto un temporale… come faccio sempre anche nella vita. Divento parte della pioggia… e la pioggia scivola su di me… lasciando il segno… anche se per poco… lasciando la fresca sensazione di una lunga estate alle porte… nella quale rimpiangerò lacrime piovose negli assolati pomeriggi… e vivrò spalmata su un condizionatore…
Buona Estate…

Fine, fine, pioggia di piccole spine,
dal cielo velato cadute, spruzzate, paracadutate
Fine, fine, che allaga tombini e cantine,
in piccole pozze riunite, adunate, a due piedi saltate
Fine, fine, cadono grani e perline,
in queste mattine d’estate infiammate a lungo invocate
Scendi lentamente, dopo tanto calore, finalmente
si riprende respiro e non si sente niente
Scendi piano, piano, temporale passato e già lontano,
che possiamo dimenticare, riposare…

… Il Viaggio della Speranza …

13 Giugno 2005 8 commenti


Ogni volta che devo andare dai miei è un trauma. Questo blog è pieno di post su viaggi e percorsi al cui confronto l’Odissea di Ulisse per arrivare ad Itaca è una baggianata.
L’ultimo viaggio venerdi’… si scende a casa per i referendum, nel dubbio su se e cosa votare per sicurezza esigo da Trenitalia il giusto sconto sul biglietto del treno. Quindi dopo almeno un annetto risalgo su un treno… ovviamente in ritardo.
E’ inutile… ci provo tutte le volte ma non riesco mai a trovarmi in posizione di partenza col giusto anticipo… anzi… di solito 10 minuti prima della partenza sono imbottigliata nel traffico di Roma o sto imprecando in aramaico per trovare un parcheggio.
L’ultima volta che ho tentato di prendere un treno mi hanno chiesto 25 euro di maggiorazione per fare il biglietto in carrozza, a quel punto ho salutato con simpatia il controllore, sono uscita dalla stazione e sono salita in macchina… non c’è niente di meglio di un viaggio in macchina :D
Oggi ne sono sempre piu’ convinta.
Venerdi’
Ore 16.27
Fuga per la vittoria!
Dopo una mega litigata in ufficio per il permesso esco dal parcheggio passando per il marciapiede visto che un furgone ha finito la benzina proprio dietro la mia macchina. Sfreccio per le strade di Roma battendo il nuovo record di attraversamento della Cristoforo Colombo (Laghetto Eur – Termini = tempo non pervenuto) e riesco in qualche modo a salire sul mio InterCity Plus…
Plus… il solito uso imporprio dei vocabili… Plus… bestemmie? Plus… inefficienze? Plus… numero dei passeggeri in piedi rispetto a quelli degnamente seduti?
Mistero della Fede.
Per fortuna ho la prenotazione, tre euro ben spesi, mi siedo in una carrozza senza luce e senza aria condizionata… Mezzora di ritardo e compagno di sventura che a un certo punto decide di levarsi le scarpe mandandoci nel panico… non potete capire… il corridoio invaso dalla gente… e lui che emana odori inimmaginabili… arrivati a Salerno decide di rimettersi le scarpe… ma si mette i sandaletti col tacco della compagna.. non so piu’ se ridere o piangere…
Arrivo a Lamezia con un’ora di ritardo… ma per fortuna è finita…
Tre giorni serenissimi in cui riprendo le forze.. fino al viaggio di ritorno…
Domenica
Ore 17.59
Ritorno al futuro!
Stavolta sono stata fortunata, ho preso l’Eurostar, poca privacy, costo maggiore ma almeno si respira. Hanno sostituito le vetture, le riconosco, sono quelle della linea Roma-Milano. Il sud è entrato nel nuovo millennio!
Sono commossa, ho persino la presa di corrente e mi vedo un film!!! A questo punto penso che sulla linea nord avranno messo internet, visto che il sud viaggia sempre con dieci anni di ritardo! Ma fa niente… se non altro è passata… a parte trovarsi alle 23.30 da sola alla stazione Termini…
Ora…
Comincia un’altra settimana…
E io..
Io speriamo che me la cavo!!!
Riferimenti: C’era una volta un’autostrada…

… Così come viene …

7 Giugno 2005 12 commenti


Di undici minuti Paulo Coelho ha scritto un best seller… in undici minuti io ci cuocio i sofficini, a meno che non li dimentichi e li mangi flambe’! Mai provata la variante? Fatelo è un’esperienza indimenticabile, soprattutto cercare di scrostare la pentola dopo la cottura. Ricordatevi anche di controllare la spina per vedere se il forno si è acceso o no…
In undici minuti puoi distrarti e distruggere un automobile, e anche prenderla a calci finchè non l’hai rimessa a posto.
Fare un colloquio di lavoro se ti dice male…. perchè se ti dice bene ci metti molto di piu’.
In undici minuti puoi fumare una quantità varia di sigarette a seconda del grado di tensione accumulato.
In undici minuti può cambiare la tua vita, o semplicemente peggiorare, perchè non c’è limite al peggio anche quando pensi che piu’ scuro di mezzanotte non puo’ diventare…
In undici minuti puoi rimanere incinta e ti restano 10 minuti abbondanti per fare altro.
In undici minuti puoi cambiare idea una dozzina di volte o rimanere irremovibilmente della tua opinione.
In undici minuti puoi perdere un amico, un amore, un amante basta impegnarsi un pò più del solito.
In undici minuti puoi calpastare un gatto, cambiare una lampadina, caricare la lavatrice, cambiare canale in tv svariate volte, mettere a posto la spesa, scrivere un post e metterti a piangere.
In undici minuti puoi lasciar sciogliere il magone che ti porti dietro e urlare finalmente cazzo quanto sono sfigata.
In undici minuti la radio puo’ trasmettere quattro canzoni diverse, pubblicità compresa.
In undici minuti puoi guidare nel traffico e rimanerci… mentre pensi che la vita va presa così come viene… soprattutto quando va così male…
Dopo undici minuti… vai a controllare i sofficini…

… Fragole e Salsedine ….

2 Giugno 2005 19 commenti


D’un tratto di nuovo la notte… e il sapore di fragole e salsedine…. rimane qui ad attendere altri pensieri che arrivano a farmi compagnia….
Le note volano spinte dal vento… mentre mi immagino distesa su una spiaggia al chiarore della luna… sola col rumore delle onde e quello dei pensieri che sussurrano quante cose mi aspettano ancora nella vita…
Ho fatto il grande passo… ho preso la rincorsa e sono saltata giu’…. di testa e senza paracadute.
Ho stravolto la mia esistenza ma in vita mia non sono mai stata felice di una scelta come di questa infelice scelta…
Ho fatto un salto nel vuoto… sono precipitata nell’abisso per cercare un nuovo appiglio e un’altra dimensione….
Ne ho trovata un’altra e mi fa sentire viva come non mi succedeva da tanto.
A volte abbandonare qualcosa ci aiuta a trovarne altre… e io sto trovando me stessa col mio sapore di fragole e salsedine… con la mia dolcezza e il vento del mare che non mi abbandona mai…
…Vengono sempre giorni migliori….